Forum BALBUZIE NEWS per discutere di balbuzie con balbuzienti, genitori ed insegnanti

FORUM BALBUZIE NEWS per discutere di balbuzie con balbuzienti, genitori ed insegnanti
  Per partecipare al forum REGISTRATI oppure ACCEDI CON FACEBOOK. Se sei già registrato effettua il LOGIN
  balbuzie: corsi perlaparola   Corsi PerLaParola del Prof. Galazzo: il metodo innovativo per balbuzienti adatto a tutte le età

TAZENDA mirkosanto GRAZIE ALLA BALBUZIE

Per non parlare sempre e solo di balbuzie.... esiste anche altro!

TAZENDA mirkosanto GRAZIE ALLA BALBUZIE

Messaggiodi mirko santoro il 20/04/2012, 4:11

DA QUEST'ANNO IL 24 APRILE SARA' SAN MIRKO
I TAZENDA mi hanno "ribattezzato"... nei ringraziamenti del nuovo cd OTTANTOTTO ho avuto il mio posto nel paradiso sardo come MIRKO SANTO ...(da BEPPE DETTORI ) GRAZIE TAZENDA grazie a luigi luigi e beppe grazie di cuore! UN ALBUM MERAVIGLIOSO OTTANTOTTO INFINITO ANDATA E RITORNO finalmente esiste san mirko che dire di piu? beppe è o non è il mio dio? GRAZIE TAZENDA
grazie alla BALBUZIE grazie ENRICO C. con l'aiuto "del e sul" e con il "suo" lavoro la balbuzie diventa RELATIVA e chi balbetta riesce ad esprimersi e portare avanti le proprie idee condividendo come meglio crede la propria VIDA MIRKOSANTO


questo sta accadendo ora come 4 anni fa con eros ramazzotti ....
mi viene da dire una cosa eh eh
chi balbetta tutto sommato può sembrare uno che insiste giusto?
bè insistere non è male, anche VASCO ROSSI ha parlato a nome dei balbuzienti proprio su questo forum .... si potrebbe aprire una pagina balbuzie vip news son sicuro che scopriremo molti talenti che una volta espressi si rivelerebbero la soluzione per gestire il balbettare insicuri con il "balbettare fluentemente in un discorso come fanno tutti" ....
mirko santoro
Comunicatore Sapiens
Comunicatore Sapiens
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 19/01/2009, 8:52

Re: TAZENDA mirkosanto GRAZIE ALLA BALBUZIE

Messaggiodi mirko santoro il 26/04/2012, 1:33

ciao mi fa piacere rispondere a questa domanda x manie di protagonismoeh eh .. ma come ti ha suggerito la curiosità, qualcosa realmente è accaduto grazie alla mia ostinazione eh eh ...
dunque beppe dettori era il chitarrista di eros ramazzotti nel 2001 se non sbaglio e aveva scritto x lui il mio amore è per te dall'album stile libero ...e.. aggiungi la storia di beppe.... ragazzo di periferia altrove..... poi il duettare insieme a eros come debutto ecc... portando avanti 2 carriere di cui una sola nuova.. in quella piu vecchia ci siamo noi collaboratori saltuari amici e parenti a volte grazie a beppe dettori sono stato invitato a radio italia x incontrarlo e dargli una cosa che avevo scritto...

OMAGGIO A EROS RAMAZZOTTI sono un ragazzo balbuziente di 32 anni ora grazie alla musica italiana sto lavorando sulle mie emozioni del quale molti di voi ne parte, in particolar modo eros Ramazzotti e beppe dettori( voce dei tazenda dall album vida contenente domo mia con appunto eros) sono amico di dettori e di eros sono un grande fan, ho scritto la mia vita con "solo 134 titoli" delle canzoni di eros Ramazzotti. MIRKO UN CUORE CON LE ALI VOLA.. Un cuore con le ali vola con l'aquila e il condor in quest'aria densa dove x fortuna.. c'è chi ancora pensa a volare navigare e camminare controvento,andando dove c'è musica incontrando cuori agitati in cerca di una storia importante o di una terra promessa nelle cose della vita per sentirsi nuovi eroi,..ma yo sin ti fuggo dal nulla per un attimo di pace a cercare in compagnia le memorie di una cara prof nostal song e canzoni lontane riscoprendo con lei però tra appunti e note che emozione dopo emozione.. un emozione è per sempre in questo immenso show della nostra vita,dove in certi momenti un grosso no ad un quasi amore in una falsa partenza arriva con solarità riscoprendo affetti personali nel gioco della verità,..tu sei la più bella cosa amarti è l'immenso per me come un cantico..come un bucaneve, ancora vita! più che puoi occhi di speranza se bastasse una canzone una canzone x lei e la luce buona delle stelle.. insieme.. il mio amore è per te musica..è.. quando l'amore solo con te uno di noi e nessuno escluso capirà questo mio vivere un po' fuori e a dire ma che bello questo amore anche mentre sta passando novembre con in arrivo l'ultimo metrò il tempo tra di noi porta nel taxy story come un bambino nel tempo e ancor mi chiedo cos'è una bella storia se un angelo non è ma nell'aurora io amerò una stella gemella e in segno d'amicizia ti sposerò perché respiro nel blu libertà libertà e voglio volare per dire a Daniele buona vita un volo 9 ottobre buongiorno bambina e ad un amico adesso tu come la dolce barbara ...come gioielli in domo mia io… io vado dritto per quell'unica via per andare… in ogni senso c'è una strada in cielo per sapere oggi che giorno è visto che solo ieri c'era un ancora nel vento ora c'è una melodia e ti vorrei rivivere con o senza il buio ai tuoi occhi scrivendo una lettera al futuro sotto l'ombra del gigante raccontandoti dell'uomo che guardava le nuvole a mezza via come in una favola senza niente di male esodi di beata solitudine calma apparente come un equilibrista di una nuova età grazie ad un improvvisa luce ad est nell'azzurrità accompagnato dal suo spirito degli alberi vide un nuovo amore e con occhi di un bambino e lacrime di gioventù amica donna mia i belong to you, le cose che ho visto solo per me per sempre sono fuoco nel fuoco e nell'orizzonte non cercavo un'altra te ,ho voluto aiutare silver e missy con una piccola pietra lungo il cammino per ricordare a mamarà il nostro senza perderci di vista che non è amore e basta ma libero dialogo per dire un semplice ciao pà o sentire ok ci sto ,so quanto amore sei e difenderò i nomadi d'amore con amore contro nell'ultima rivoluzione per ancora un minuto di sole dove non c'è più fantasia per non sentire o dire dammi la luna voglio che ci parliamo da grandi e mi ribello mentre non ti prometto niente, non possiamo chiudere gli occhi, seguimi e parla con me saremo ali e radici DANIELE GIORNETTA 9 ottobre 2008 in quel giorno ci ha lasciato … anche una bambina in arrivo e vola dove si nascondono gli angeli...non siamo soli ! SANTORO MIRKO e la discografia di EROS Grazie eros senza le tue canzoni sarei un uomo diverso.

ma in realtà lui mi aveva gia risposto sul myspace così


MIRKO..un core con le ali ..vola! OMAGGIO A EROS RAMAZZOTTI


è da un pò che non scrivo proprio perchè il mio "viaggio" mi stà portando verso mete inattese..non inaspettate!
eros x me viene prima di beppe e di me nel percorso della mia vita .. nel senso che io arrivando da altre strade e senza ripetermi da altra vita .. bè! eros è strata la mia strada tutta la vita e quest'omaggio lo conferma, tutti i titoli delle sue canzoni venuti dal "niente"... descriveranno quello che vi ho raccontato fino ad ora ..anche la sua ultima canzone.. PARLA CON ME .. io nel corso della mia vita l'ho sempre "ascoltato" o per lo meno diceva lui quello che pensavo e io grazie alle sue interpretazioni della vita ho imparato ad esprimermi dimenticando di balbettare come vi ho sempre detto..grazie a sua gentile concessione di amicizia su internet (mi pice pesare che sia x merito di beppe dei tazenda) questa è la prima email con eros prima dell'uscita del singolo


Da: BAR NOA
A: Eros Ramazzotti
Oggetto: suspence e interrogativi sul nuovo album


ciao mi chiamo mirko e ti ringrazio di nuovo x l'amicizia e l'autografo che hai fatto a beppe dettori x me.
x quanto riguarda l'album so già che arriva giusto x me, io sono cresciuto con le logiche delle tue canzoni e stò benissimo, tant'è che a volte ti precedo e ritovando la tua condivisione del mio pensiero nelle tue canzoni ..

trovi qualcosa su di me e beppe anche su google io ti ringrazio. tu mi fai credere in un mondo sereno non importa che sia d'oro ma purche COMPRENSIBILE e io grazie a te sono un balbuziente anomalo.. affronto tutto a muso duro ma col cuore tenero bisognoso di.. tutto!!.. grazie alle tue canzoni che mi accompagnano da quando avevo 8 anni! e avrei tante coincidenze da ra ccontarti che penseresti che ti seguo e me le creo.. bè in verità ho provato a venire ad inverigo.. il giardiniere era molto simpatico
grazie x il nuovo album e x la vita che hai reso possibile vivere mirkettausen@gmail.com

GRAZIE A TE PER LE TUE PAROLE.....
IL DISCO ESCE A MAGGIO PERCHE' ORMAI SONO 3 ANNI CHE NN NE FACCIO, ....... ANCHE LA VOGLIA DI RIMETTERMI IN PISTA.SPERO CHE TI PIACCIA E CHE TI DIA LA POSSIBILITA' DI SOGNARE....
AUGURI PER IL TUO PROBLEMA...SENTO CHE PASSERA' COMPLETAMENTE...
TI ABBRACCIO


quindi cari amici grazie a voi ho avuto il coraggio... non la possibilità.. quella se noi la vediamo vuol dire che cel'abbiamo no ? io ce l'avevo già ma non conta il mio episodio ..
mi avete detto che sicuramente farò grandi cose... io? voi l'avete fatto dandomene la possibilità.. quella di parlare !
sarete curiosi del mio lavoro sulla balbuzie credo.. bè vi dirò che x ora non credo di aver fatto passi enormi ma li ho fatti e il solo averli fatti li trasforma da passi lunghi e felpati a passi da gigante! noi sappiamo quando siamo più soggetti a .. no? il lavoro che stò facendo con enrico caruso mi convince ancor di più che non balbetto ossia.. noi x parlare in fin dei conti dobbiamo aver "ragione" .. leggere.. cantare... insomma sapere quello che si deve dire e nell'età ci siamo aiutati con sostituzioni di vocaboli sospiri ..rincorse,,eh eh chi non ha sperimentato ciò? ma dovremmo usarle all'occorrenza no o una o l'altra perchè a volte le nostre stesse regole ci limitano.. io non mi vedo diverso da chi è normoloquente loro fan cavolate..noi anche... percorsi punto! e dal momento che cominci solo a rendertene conto il tuo ..." percorso" è già iniziato ed è un gran risultato!

sono andato a video italia lui mi ha riconosciuto come l'amico del sardo e voci di corridoio mi hanno detto scherzosamente che non sono balbuziente ma autistico eh eh comunque mi sono accontentato di questo e un ragazzo handicappato con il padre anziano non erano riusciti nemmeno quasi a vederlo dal casino... quel ragazzo cantava tutto e lo chiamava, gli ho lasciato il mio posto nel camerino alla fine del programma avvisando eros, poi me ne sono andato e come un babbeo quando ho finito di sorridere ho pensato.... ma che babbo potevo entrare lo stesso mica era una regola e poi era disponibile... mannaggia anche quando non balbetto con le parole mi si alternano i pensieri delle emozioni... grazie rania... ma sbaglio o sei anche su face? sei fans di beppe? ciao UN ABBRACCIO
mirko santoro
Comunicatore Sapiens
Comunicatore Sapiens
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 19/01/2009, 8:52

Re: TAZENDA mirkosanto GRAZIE ALLA BALBUZIE

Messaggiodi mirko santoro il 11/05/2012, 0:49

MIRKO OTTANTOTTO INFINITO ANDATA E RITORNO ..non mancate a RADIO INTERNAZIONALE con RITA NURRA e i TAZENDA
AGGIUNGEREI UN PARTICOLARE MA SARA' SORPRESA EH EH
MIRKOSANTO ... POVERI DEI.....EH EH
I Tazenda In diretta venerdì 11 maggio
www.radiointernazionale.it
Esclusiva intervista dei TAZENDA, venerdi alle ore 16:00, all'interno del programma In diretta con voi. Dopo l'ultimo album Madre Terra, pubblicato nel 2008, la band sarda presenterà Ottantotto, il nuovo attesissimo album.
mirko santoro
Comunicatore Sapiens
Comunicatore Sapiens
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 19/01/2009, 8:52

Re: TAZENDA mirkosanto GRAZIE ALLA BALBUZIE

Messaggiodi mirko santoro il 07/06/2012, 3:33

Pur usando la musica come referente discreto e “nascosto, lavorando sull’immaginario, o al massimo sui coordinamenti somatopsichici che la musica latente induce, possiamo fornire al paziente nuovi nessi associativi in grado di stimolarlo o di rilassarlo, di distrarlo o di ricoordinarlo, aderendo ai ritmi della musica, ove egli non sia in grado di essere protagonista delle sue armonie psicocorporee. Il paziente, in tal caso, ha bisogno di un “input” ausiliario direttivo, da parte del terapeuta.
Oltre alla musica, usiamo anche l’analisi immaginativa che, con i suoi risvolti interattivi, psicodinamici, associativi, o simbolici, interviene rinforzando l’Io, permettendo all’Io corporeo di far nascere una nuova coscienza somatica. Dove questa manca, l’utilizzo della musica permette le associazioni, i coordinamenti, le percezioni e le espressività a cui di solito non si accede.
Questo intervento direttivo di psicoterapia ha caratteristiche che sono intermedie tra la Musicoterapia, la Psicoterapia ad approccio corporeo e la Psicoterapia direttiva, anche se differisce da esse perché, sia pur a livello prevalentemente somatico, nel paziente viene a formarsi un’identità ed una solidità dell’Io prima inesistente, partendo tuttavia dall’Io corporeo.
L’immaginario con le sue funzioni rappresentative, permette alla persona di interloquire con sé stesso, con gli altri e con la natura.
L’immaginario agisce sui contenuti ansiogeni, in quanto questi, sono parte integrante di una conflittualità inconscia e sociale, che si manifesta attraverso “elementi” corporei non digeribili
L’immaginario plasma le idee, sia nella dimensione cognitiva che in quella affettiva, inducendo una prima comprensione dei costituenti della personalità che irrompono nella coscienza attraverso il sintomo ansiogeno.
Sollecitando l’immaginario per agire sul corpo e sull’ansia, si cerca di offrire al paziente il coraggio di manifestare pensieri ed emozioni ;
mantenere l'integrità corporea permettendo la riorganizzazione corporea,
utilizzare l'aggressività senza averne paura, canalizzandola verso obiettivi più maturi.
La persona soggetta al sentimento della timidezza non riesce a guardare negli occhi il proprio interlocutore: tenta di comunicare e nello stesso tempo sfugge ad ogni tipo di comunicazione.
Tensione e irrequietezza vengono trattenuti attraverso la vergogna, o la timidezza, senza trovare una via di sfogo. L’inibizione determinerà un atteggiamento di goffaggine fisica, imbarazzo, azioni motorie incoordinate, perdita del senso di realtà, difficoltà di pensare, mutismo e linguaggio balbettato.
Queste reazioni inibenti possono far la loro comparsa in determinate situazioni e con determinate persone. L’opera di censura attraverso il sentimento della vergogna, diventa una difesa contro conflitti affettivi vissuti nel passato, che ritornano sotto diverse spoglie.
La timidezza è anche un modo per mantenere una distanza rigida nei rapporti sociali, mediante la quale si evita una relazione spontanea e calorosa. Gli affetti sono trattenuti e la comunicazione s’irrigidisce in forme schematiche dove si cerca la fuga dalla situazione da affrontare.
La persona soggetta alla timidezza teme di proporsi nel suo Vero Sé: è come se si difendesse dall’esprimere i propri talenti, le proprie qualità, le vere intenzioni, la propria progettualità e in ultimo, paradossalmente, teme il raggiungimento del successo.
La “vergogna di se stessi” è strettamente correlata a sensi di colpa per desideri, o sentimenti aggressivi, che si tenta di nascondere nella comunicazione con l’altro.
La vergogna è un meccanismo difensivo contro desideri esibizionistici, o contro il desiderio del "mettersi in mostra".
La timidezza oltre ad essere “bloccante” nei rapporti sociali, potrebbe danneggiare altri spazi “da prestazione”come esami, colloqui lavorativi, interrogazioni, semplici richieste ecc.., che inficiando la libera elaborazione del pensiero, automaticamente si presenta un’immagine del Sé povera e poco creativa.
Quando il timore degli altri , o il senso d’inadeguatezza, hanno sopravvento, l’incoordinazione prevale. Emergono pertanto manifestazioni del corpo che, con una loro autoctonia (espressività funzionale slegata dal coordinamento generale), dimostrano lo scollamento del “soma” dall’emozione.
In una situazione di timidezza, quando l’ansia emerge, la sudorazione, la frequenza cardiaca o respiratoria, il timbro di voce, ecc., diventano incontrollabili. e il “filo” del discorso potrebbe spezzarsi: questo inconveniente é l’espressione di un problema comunicazionale.
Nel caso di poca autostima, il timore di non riuscire ad esprimersi diventa una “spina” condizionante incisiva. La paura instaura un “circolo vizioso”, tale da imporre un comportamento autolesivo di passività.
Quando l’ansia colpisce il linguaggio, le facoltà comunicazionali sono inibite in ambienti nuovi e collettivi, con una conseguente regressione dell’Io.
Nei bambini l’angoscia può essere consistente, raggiungendo il livello della pseudo-insufficienza mentale, quando in realtà non sono presenti disturbi dell’apprendimento.
Inoltre quando il timore di “fare brutta figura” é superiore alla capacità di “tollerare la frustrazione” per una situazione “pericolosa” da affrontare , si preferisce fare la figura degli idioti, piuttosto che proporre un’immagine ideale e propositiva.
La timidezza compare soprattutto nella fase di corteggiamento e di selezione del partner; in questi casi potrebbero emergere svariati problemi quando la persona non si sente sufficientemente equipaggiata nell’avventurarsi in un rischio, dove un ipotetico fallimento potrebbe minare l’integrità dell’Io.
Il blocco dell’iniziativa nella conoscenza di un partner può essere determinato da:
- Riedizione della paura infantile di ritrovare altre frustrazioni come risposta alle proprie richieste affettive.
- Desiderio di conquista onnipotente, dove l’altro assume il significato di trofeo. Tale desiderio è in realtà una difesa contro sentimenti d’impotenza e d’inadeguatezza.
La spontaneità, e il contatto con la realtà emotiva dell’altro (empatia) vengono a mancare quando vi è il desiderio di presentare un’immagine falsata del proprio Sé. Il disagio potrà manifestarsi attraverso la passività, che diventa l’espressione dell’irrefrenabile desiderio di nascondere a tutti i costi "parti inadeguate" del Sè.
Timidezza e disagio si presentano maggiormente nella relazione con un’autorità. Reazioni incontrollabili si verificano quando la persona è soggetta a sentimenti di eccessiva dipendenza, sottomettendosi passivamente, o temendo in modo persecutorio ogni reazione da parte dell’autorità.
Psicodinamica della timidezza:
dal corpo alla parola con una comunicazione efficace.
Da un punto di vista corporeo è impossibile non comunicare, perché anche il silenzio segnala ad esempio l’oppositività, o altri significati desumibili dal comportamento timoroso, che tende sempre ad influenzare il comportamento altrui. Nel linguaggio corporeo
mirko santoro
Comunicatore Sapiens
Comunicatore Sapiens
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 19/01/2009, 8:52

BIOGRAFIA MIRKO SANTORO GRAZIE ALLA BALBUZIE

Messaggiodi mirko santoro il 13/09/2012, 0:26

Nato ad Arona l’11 agosto 1976, ha vissuto i primi sei anni della sua vita in una grande villa dovendo subire sveglie che tolgono il sonno e …la parola.
Artista autodidatta e polivalente,scopre i suoi talenti mano a mano che risale la corrente di una vita non sempre facile.
Inizia canto moderno con accenno di pianoforte e lirico presso la scuola Civica di Musica a Cinisello Balsamo,poche ore al mese non gli bastavano e diventa cantante pianista autodidatta per cause di forza maggiore: impara ed interpreta la musica in un modo che è solo suo e per questo viene notato e collabora con grandi musicisti della scena europea, nasce una grande amicizia con beppe dettori ,scrivono insieme un brano che ottiene un ottimo successo nell’america latina diventa partecipe allievo delle difficolta reali dei sogni di gloria e diritti discografici, ancora insieme collaborano con logopedisti, psicoterapeuti e foniatri per sviluppare una nuova coscienza delle potenzialità della musicoterapia per la balbuzie al fine di renderla disponibile a tutti.
Lavora in un bar,più che altro per stare insieme alla gente nella musica con gli amici,ma per scoprire il suo ritmo ha dovuto stare molto da solo.
Appassionato di moto e velocità,porta sulla pelle svariati segni che trovano testimonianza nel rallentare e diventare poeta, notato anche li entra a far parte dell’antologia “frammenti” pubblicata da pagine (roma), primo passo nell’editoria collabora inoltre con pittori politici e critici galleristi dove ha trovato il posto per una sua lirica “epilessia” durante una mostra tra arte e poesia
Ha balbettato molti errori e ne ha pagato il prezzo fino in fondo ma, a differenza di molti ,sa quale è l’importanza di avere e di essere un amico vero, al di là delle parole e al di là della vita…è sempre presente.
Gira per il mondo con le sue mappe mentali e con un vocabolario diverso per ogni persona che incontra mosso dalla più genuina curiosità ,affascinato da tutto ciò che riguarda la musica,il linguaggio,il lavoro l’arte e le neuroscienze.
mirko santoro
Comunicatore Sapiens
Comunicatore Sapiens
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 19/01/2009, 8:52


Torna a Off-Topic

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Magpie [crawler] e 1 ospite

cron

Balbuzie | Vivere Senza Balbuzie