Guarda l'articolo su BALBUZIE-NEWS Channel

Scarica l'articolo in PDF

 


I bambini che balbettano hanno una incapacità nel tenere il ritmo


E’ quanto emerge da una ricerca recentissima condotta alla Purdue University negli Stati Uniti (Olander, Smith et al. 2010). La ricerca è stata condotta su 17 bambini balbuzienti e su 13 non balbuzienti (controllo).

I bambini dovevano battere le mani a tempo prima insieme ad un metronomo con battiti ad intervalli di poco più di mezzo secondo (600 ms) e poi mantenere il tempo per altri 32 battiti senza l’aiuto del metronomo. I risultati hanno mostrato come una parte dei bambini balbuzienti non ha problemi ma, nel 60% dei casi, i bambini mostrano una difficoltà a mantenere il tempo molto alta addirittura anche a paragone con la peggiore prestazione dei normoloquenti. La ricerca riguarda bambini di età compresa tra i 4 e i 6 anni per i quali è quindi il ritmo ad essere, in molti casi, un elemento coinvolto nel loro problema di balbuzie.

Peter Ramig della University of Colorado suggerisce ai genitori dei bambini che balbettano di incoraggiarli a cantare, ripetere filastrocche sopratutto nei periodi di maggiore disfluenza. “Può dunque essere un libretto illustrato, una filastrocca o una canzone un interessante mezzo di regolazione del ritmo purché – precisa Enzo Galazzo – venga presentato in forma ludica. Un bambino non deve essere trattato nello stesso modo a tutte le età. Approcci terapeutici espliciti infatti fanno solamente aumentare la consapevolezza del problema, elemento che può influire notevolmente sulla cronicizzazione della balbuzie”.

Fonte: Journal of Speech and Hearing Research

Approfondimenti su:
http://www.viveresenzabalbuzie.it
http://www.perlaparola.com

 


BalbuzieNews.it consiglia anche questi articoli:

  • Il ciuccio: un fattore di rischio per la balbuzie
    Il ciuccio: un fattore di rischio per la balbuzie

      Nuove indicazioni sui fattori di rischio aprono la strada alla prevenzione della balbuzie Se usa il ciuccio o succhia il dito oltre i tre anni ha una probabilità tre volte superiore di sviluppare difficoltà nel linguaggio futuro rispetto ai suoi coetanei che non hanno la stessa abitudine. E’ uno studio dell’Università di Washington a rivelarlo in un articolo sulla prestigiosa rivista BMC...

  • Balbuzie infantile: il nocciolo è in famiglia
    Balbuzie infantile: il nocciolo è in famiglia

      La famiglia dei bambini balbuzienti mostra un indice di salute basso alla luce di una nuova ricerca Uno studio effettuato in Serbia ha analizzato le famiglie in cui vivono i bambini che balbettano e ne ha misurato lo stato di salute. Oggetto dello studio 79 famiglie, 39 delle quali in cui era presente un bambino balbuziente di età compresa tra i 3 e i 6 anni e 40 famiglie con bambini senza nessun disturbo. La...

  • Parli arabo? No balbetto
    Parli arabo? No balbetto

      Nei paesi arabi le informazioni sulla balbuzie scarseggiano e uno studio australiano ha indagato su questo punto Un problema molto diffuso. La balbuzie inizia più comunemente a circa 5 anni ma in genere si verifica in qualsiasi momento tra i 2 e 7 anni. Circa il 5% dei bambini balbettano per 6 mesi o più. Circa 75 bambini su 100 smettono di balbettare senza trattamento. Approssimativamente...

  • Contatto oculare e balbuzie
    Contatto oculare e balbuzie

      La balbuzie evoca reazioni fisiologiche in chi osserva e adesso uno studio analizza attentamente lo sguardo dell’osservatore Le persone che balbettano sono spesso coscienti che i loro sforzi nel pronunciare quella parola che non viene fuori evocano reazioni nei loro ascoltatori. La comunicazione viaggia attraverso le parole, i toni della voce ma anche attraverso gli sguardi. Un recentissimo...

  • Perché ha iniziato a balbettare?
    Perché ha iniziato a balbettare?

      "Ho due bambini. Il primo ha 4 anni, il secondo è nato da 8 mesi. Dopo l'arrivo del più piccolo, il più grande ha iniziato a balbettare. Abbiamo imputato questo comportamento alla gelosia. E' possibile che sia così? e comunque come ci dobbiamo comportare?" Risponde il Prof. Enzo Galazzo presidente dell’ Associazione Vivere Senza Balbuzie (www.viveresenzabalbuzie.it) Nel 68% dei casi la balbuzie...